Pistola
Pistola
Cronaca

Ferì un pregiudicato a Barletta, la sentenza di appello: non fu tentato omicidio

A sparare nel suo garage fu Luigi Piccolo con l'intento di allontanare Luigi Lombardi e Luigi Marchisella, accusati di tentata estorsione

Non si è trattato di tentato omicidio, ma del reato di lesioni personali. È quanto stabilito dalla Corte di appello di Bari nei confronti dell'imputato Luigi Piccolo. Nel 2018 il barlettano fu vittima di ripetuti tentativi di estorsione che culminarono, nel pomeriggio del 5 giugno dello stesso anno, in un'esplosione di arma da fuoco all'interno del garage "Tittadegna", di sua proprietà, situato in via Foggia.

A far partire il colpo fu lo stesso Piccolo, pregiudicato barlettano, con l'intento di allontanare Luigi Lombardi e Luigi Marchisella, anch'essi pregiudicati locali, che si recarono nel garage "Tittadeglia" chiedendo a Piccolo (difeso in giudizio dagli avvocati Michele Cianci e Raffaele Losappio), con minacce ed insulti, la consegna della somma di 50 mila euro.

Tentativo, questo, che unitamente alla valutazione dei precedenti tentativi di estorsione, ha integrato il reato di tentata estorsione aggravata, per il quale sia Marchisella (difeso in giudizio dall'avvocato Nicola Mastropasqua) che Lombardi (difeso in giudizio dall'avvocato Claudio Cioce) furono condannati in primo grado alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione e di 1000 euro di multa ciascuno. Una decisione, confermata nella sentenza di appello pronunciata lo scorso 9 giugno 2020.

Il proiettile, partito da una pistola con matricola abrasa detenuta illegalmente da Luigi Piccolo, colpì all'anca destra, ferendolo, Luigi Marchisella. Così, Piccolo ha dovuto rispondere del reato di tentato omicidio, venendo condannato in primo grado a sei anni di reclusione.

Il reato, derubricato in appello a lesioni personali (probabilmente per l'assenza della volontà di uccidere), ha condotto alla conseguente rideterminazione della pena per Piccolo a due anni e quattro mesi di reclusione e a 600 euro di multa, nonché alla revoca delle sanzioni accessorie, comminate in primo grado, dell'interdizione in perpetuo dai pubblici uffici e dell'interdizione legale per la durata della pena.
  • Estorsione
  • Sparatoria
Altri contenuti a tema
1 Damiani: «Addolorato per la morte del giovane marito e padre di due bambine» Damiani: «Addolorato per la morte del giovane marito e padre di due bambine» «Il terzo fatto di sangue in meno di tre mesi, inaccettabile»
Ucciso da colpi di pistola il titolare del bar in via Rionero Ucciso da colpi di pistola il titolare del bar in via Rionero La sparatoria avvenuta nel quartiere Borgovilla: si indaga sulle motivazioni
1 Sparatoria in via Rionero, alla periferia di Barletta Sparatoria in via Rionero, alla periferia di Barletta Nella sparatoria ha perso la vita il titolare del bar
Sparato in pieno centro a Margherita di Savoia, muore 26enne Sparato in pieno centro a Margherita di Savoia, muore 26enne Il giovane era stato arrestato per la gambizzazione di un uomo a Barletta
Spari a Barletta, ferito agli arti un trentenne pregiudicato Spari a Barletta, ferito agli arti un trentenne pregiudicato Ascoltato dagli agenti della Polizia di Stato, il trentenne si è mostrato poco collaborativo
Sparatoria in via Callano a Barletta, ferito un uomo Sparatoria in via Callano a Barletta, ferito un uomo Si indaga sulla ricostruzione dell'accaduto
Sull'agguato in via Dicuonzo interviene il sindaco di Barletta: «Più controlli» Sull'agguato in via Dicuonzo interviene il sindaco di Barletta: «Più controlli» Cannito: «Quanto accaduto rappresenta un grande pericolo per l’incolumità pubblica»
Spari in via Dicuonzo, muore un uomo in strada a Barletta Spari in via Dicuonzo, muore un uomo in strada a Barletta Esplosi diversi colpi di pistola in pieno giorno
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.