libri gratis x
libri gratis x
La città

Barletta per il secondo anno è "Città che legge"

Il riconoscimento è attribuito alle amministrazioni comunali che promuovono la lettura

Dopo i consensi ottenuti con l'adesione alla campagna nazionale "Il Maggio dei Libri", Barletta si conferma per il secondo anno consecutivo "Città che legge".

L'importante riconoscimento è stato assegnato accogliendo la candidatura avanzata dalla biblioteca comunale "Sabino Loffredo", costantemente in primo piano in tema d'iniziative culturali, all'avviso pubblico emanato dal Centro per il Libro e la Lettura in collaborazione con l'ANCI, l'Associazione Nazionale Comuni Italiani. Insieme a Barletta, nella fascia dei quarantatré Comuni tra i 50.001 e 100.000 abitanti riconosciuti "virtuosi", figurano inoltre Bisceglie e Trani per la provincia BAT.

«Anche quest'anno – sottolineano gli organizzatori – l'interesse da parte delle Amministrazioni Comunali è stato considerevole e ha dimostrato l'esistenza di numerose buone pratiche nell'ambito della promozione della lettura su tutto il territorio nazionale. I comuni ammessi nell'elenco delle "Città che leggono" hanno visto un aumento rispetto all'anno scorso e sono 441. La distribuzione su tutta la penisola rivela un equilibrio tra le varie aree geografiche e le Città che leggono per il biennio 2018-2019 sono 161 al nord, 116 al centro, 125 al sud e 39 nelle isole».

La qualifica di "Città che legge" è attribuita alle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L'intento è di sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Una "Città che legge" garantisce ai suoi abitanti l'accesso ai libri, mobilita i lettori e incuriosisce i non lettori, partecipa a iniziative di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura (es. Libriamoci o il Maggio dei libri).

Infine, un ulteriore aspetto di rilievo: le "città che leggono" potranno partecipare ai bandi emanati dal Centro per il Libro e la Lettura per l'attribuzione di contributi economici, premi e incentivi che il Centro per il libro e la lettura di volta in volta predisporrà per premiare i progetti più meritevoli.
  • Amministrazione Comunale
  • Maggio dei Libri
Altri contenuti a tema
Barletta Ricettiva si rivolge al sindaco: «Subito un tavolo permanente sulle criticità» Barletta Ricettiva si rivolge al sindaco: «Subito un tavolo permanente sulle criticità» Gli auguri al primo cittadino, poi l'appello alla risoluzione delle problematiche legate a decoro, sicurezza, abusivismo
Sostegni emergenza Covid, pubblicata la graduatoria Sostegni emergenza Covid, pubblicata la graduatoria Su oltre 2mila richieste pervenute, saranno 935 i nuclei che beneficeranno del contributo comunale
Maggio dei libri: l'evento con lo scrittore italoamericano Joseph Tusiani Maggio dei libri: l'evento con lo scrittore italoamericano Joseph Tusiani Si terrà domenica 8 maggio 2022, alle ore 17.00 presso la sala rossa del Castello di Barletta
Maggio dei Libri, ecco il programma degli incontri a Barletta Maggio dei Libri, ecco il programma degli incontri a Barletta L'elenco dei 16 appuntamenti in calendario
Barletta volta pagina. Inizia ora una nuova sfida per la città Barletta volta pagina. Inizia ora una nuova sfida per la città Il commento di Federica Dibenedetto
4 Finisce qui l'epoca Cannito, Barletta sarà commissariata Finisce qui l'epoca Cannito, Barletta sarà commissariata È stata votata con 19 voti la mozione di sfiducia contro il sindaco
1 Recesso contratto della dirigente comunale Scommegna, provvedimento impugnato Recesso contratto della dirigente comunale Scommegna, provvedimento impugnato La nota del legale: «L'atto risulta nullo e illegittimo»
Ricomposizione secondo Emiliano? Le reazioni della politica barlettana Ricomposizione secondo Emiliano? Le reazioni della politica barlettana Le repliche dei consiglieri Bufo, Dipaola e Damato, del Partito Democratico e Cantiere Barletta
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.