Un incontro tra istituzioni e quartiere: prima tappa di “Sentieri di comunitàFoto Alessia Filograsso" />
Un incontro tra istituzioni e quartiere: prima tappa di “Sentieri di comunità". Foto Alessia Filograsso
La città

Un incontro tra istituzioni e quartiere: prima tappa di “Sentieri di comunità"

Intervenuti don Filippo Salvo, il sindaco Cannito e i rappresentanti di Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale

Si è tenuto ieri nell'Auditorium della parrocchia Spirito Santo a Barletta il primo degli incontri "Sentieri di comunità. Camminare insieme per servire la vita".

L'appuntamento ha favorito il dialogo e il confronto tra le istituzioni e il quartiere per guardare al futuro.

L'incontro ha visto protagonisti il parroco don Filippo Salvo, il Sindaco Mino Cannito e i rappresentanti della Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale.

Dall'incontro sono emessi tre punti fondamentali da prendere in considerazione e migliorare:
la percezione della sicurezza, il nichilismo giovanile e l'abbandono dei rifiuti.

Abbiamo ascoltato ai nostri microfoni la voce di don Filippo Salvo che ci ha spiegato: "Stasera si vuole aprire un tavolo di incontro e di dialogo con il nostro quartiere, perché partendo dalle problematiche presenti, che poi sono le problematiche di tutta la città, si possa arrivare a qualcosa che renda più vivibile la nostra zona."

"Dialogare, interfacciarsi, raccontare non ha mai fatto male a nessuno. Non ci aspettiamo miracoli, non ci aspettiamo risposte immediate, però vogliamo presentare le nostre problematiche"

Conclude l'intervista il sindaco Cosimo Cannito: "Ho accolto con gioia questo invito per poterci confrontare sui problemi della comunità e condividere con loro i problemi del quartiere. Ringrazio don Filippo perché è un'opportunità che l'amministrazione comunale apre per prendere degli impegni e conoscere ulteriormente le problematiche del quartiere. Per me non è solo un dovere istituzionale, ma è una necessità quasi morale ascoltare il quartiere."

Conclude: "Sono pronto anche alle critiche perché ritengo che queste siano importanti per riflettere. Nelle critiche del popolo quasi sempre c'è la verità".
  • Cosimo Cannito
  • Parrocchia Spirito Santo
Altri contenuti a tema
Il sindaco di Barletta incontra il Metropolita greco ortodosso Policarpo   Il sindaco di Barletta incontra il Metropolita greco ortodosso Policarpo   Visita istituzionale in città
Festività Pasquali, gli auguri del Sindaco Cannito Festività Pasquali, gli auguri del Sindaco Cannito Il pensiero per la comunità barlettana
1 Chiusura corso Vittorio Emanuele, il sindaco Cannito: «Vogliamo creare un salotto buono per la città» Chiusura corso Vittorio Emanuele, il sindaco Cannito: «Vogliamo creare un salotto buono per la città» Le parole del primo cittadino
1 Nuovi furti di rame a Barletta, la denuncia del sindaco Cannito Nuovi furti di rame a Barletta, la denuncia del sindaco Cannito La nota del primo cittadino
Il sindaco Cannito incontra  i giovani dell'Istituto comprensivo "Mennea" di Barletta Il sindaco Cannito incontra i giovani dell'Istituto comprensivo "Mennea" di Barletta Al centro del dialogo i temi legati alla tutela dell'ambiente
1 Saracinesche abbassate per un'ora, la proposta del sindaco Cannito Saracinesche abbassate per un'ora, la proposta del sindaco Cannito Un modo per dimostrare solidarietà al settore agricolo
Chiariello: «Dati non pubblicati su sito Arpa Puglia, Cannito e D'Alba chiariscano» Chiariello: «Dati non pubblicati su sito Arpa Puglia, Cannito e D'Alba chiariscano» «Polveri sottili in una zona dove insediamento industriale e residenziale sono un’unica cosa»
Barletta 1922, scende in campo il sindaco Cannito: «Si eviti la retrocessione» Barletta 1922, scende in campo il sindaco Cannito: «Si eviti la retrocessione» Il messaggio del primo cittadino a Mario Dimiccoli
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.