Ambulatorio popolare disabilità
Ambulatorio popolare disabilità
Associazioni

«Si apra un tavolo di confronto te sulle disabilità»

La proposta al comune dell’Ambulatorio Popolare di Barletta

Partecipato, intenso e propositivo è stato l'evento tenutosi sabato 3 dicembre, presso il Future Center in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità. «»

Quasi tre ore di assemblea alimentate dalla partecipazione attiva di persone che la disabilità portano addosso e di quelle che con loro la condividono: madri, padri, figlie, figli, compagne e compagni.

Un tema la cui complessità aumenta terribilmente nei casi di disabilità grave o gravissima, o quando le persone che ne sono affette sono prive di entrambi i genitori o del sostegno della propria famiglia, o quando si aggiunge l'elemento della fragilità economica.

Ci sono persone tetraplegiche inchiodate nei propri letti.

Ci sono persone con disabilità e patologie gravi e gravissime sostenute solo ed esclusivamente dalle proprie famiglie
Ci sono sofferenze, rispetto alle quali le Amministrazioni comunali di Barletta, nei decenni, avrebbero potuto e dovuto essere più sensibili, presenti e attente.

Ci sono tantissimi problemi determinati dalle disabilità che avrebbero dovuto essere risolti da tempo come le barriere architettoniche la cui eliminazione deve essere una priorità sociale, politica e comunale cosi come il miglioramento dell'accesso ai trasporti, al lavoro, ai servizi sanitari e socio assistenziali, e la facilitazione della partecipazione alla vita sociale e relazionale della comunità. A tal fine, il coinvolgimento delle persone con disabilità anche in attività artistiche, culturali, sportive, di svago e divertimento potrebbe essere agevolato dalla concessione di immobili pubblici o confiscati alla mafia. Questi immobili potrebbero essere destinati anche a strutture residenziali per il "Dopo di Noi" offrendo così una soluzione al problema delle famiglie delle persone disabili e alla preoccupazione con cui vivono il pensiero di quale sarà il destino dei propri congiunti una volta che per morte, malattia o altra causa, non sarà possibile occuparsi direttamente di loro.

Questi i contenuti dei tanti interventi che si sono susseguiti nel corso dell'evento con una straordinaria particolarità: tutti hanno rigettato ogni forma di carità compassionevole per rivendicare diritti, dignità, mobilità, autonomia e lavoro ed è su questi che l'Ambulatorio costruisce una proposta al Comune di Barletta che molto può fare pur considerando la regionalizzazione delle competenze sanitarie; e a Bari arriveremo.

Si apra un tavolo di confronto sociale e politico sulle disabilità, un tavolo permanente in cui affrontare, discutere e risolvere almeno i problemi di competenza comunale e sollevare collettivamente la soluzione di quelli di competenza regionale. Questa è la proposta, unitamente ad una richiesta di incontro, che formalizzeremo al Sindaco Mino Cannito e all'Assessora ai servizi sociali Francesca e a quell'incontro non andrà l'Ambulatorio popolare di Barletta ma tutte e tutti con un presidio organizzato sotto il Palazzo di Città.

C'è stata un'altra istanza collettiva emersa nel corso dell'evento, istanza rivolta alla comunità mutualistica dell'Ambulatorio popolare: quella di organizzarne altri, tematici, sulle varie tantissime disabilità, sulle problematiche ad esse connesse e le possibili soluzioni. Questi incontri si faranno e a breve ne verrá organizzato il primo.
Nessuno resti indietro
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
Ambulatorio Popolare: «Facciamo rivivere il Paniere del Sabato» Ambulatorio Popolare: «Facciamo rivivere il Paniere del Sabato» La proposta a contadini e commercianti per far tornare il mercato del popolo
1 «Nuovi violenti atti vandalici in piazza Plebiscito» «Nuovi violenti atti vandalici in piazza Plebiscito» La denuncia dell'Ambulatorio Popolare
"Dopo di noi, con noi": una proposta al Comune di Barletta "Dopo di noi, con noi": una proposta al Comune di Barletta Oggi il confronto promosso dall'Ambulatorio popolare di Barletta
Ambulatorio popolare di Barletta: «I nostri spazi diventano una galleria d'arte» Ambulatorio popolare di Barletta: «I nostri spazi diventano una galleria d'arte» «L’evento è pubblico e gratuito. Tutta la comunità è invitata»
L'Ambulatorio popolare di Barletta avrà una nuova sede L'Ambulatorio popolare di Barletta avrà una nuova sede «La prossima sarà in un locale più grande in Piazza Plebiscito n.56»
1 Ex stazione della teleferica, rifugio di invisibile disperazione Ex stazione della teleferica, rifugio di invisibile disperazione «Non possiamo più tollerare che delle persone siano costrette a vivere in queste condizioni»
Ambulatorio popolare di Barletta denuncia: «I lunedì mattina sono bollettini di guerra per l’inciviltà» Ambulatorio popolare di Barletta denuncia: «I lunedì mattina sono bollettini di guerra per l’inciviltà» Piante estirpate, immondizia varia nello stagno e datario devastato
Furto di piante in Piazza Plebiscito, «non ci fermeremo mai di coltivare la bellezza» Furto di piante in Piazza Plebiscito, «non ci fermeremo mai di coltivare la bellezza» Rubati anche 150 pesci in provincia di Avellino, destinati a raggiungere lo stagno biologico a cura dell'Ambulatorio popolare
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.