Giuseppe Nanula
Giuseppe Nanula
Cronaca

Scheletro in mare a Tavolara, potrebbe trattarsi di Giuseppe Nanula

Le ossa potrebbero appartenere al marinaio barlettano scomparso lo scorso 30 marzo. La verità solo dopo gli accertamenti necroscopici

Potrebbe essere giunto a una triste, esiziale svolta il caso del marinaio barlettano Giuseppe Nanula, 26 anni, sottocapo della Guardia Costiera di Olbia, scomparso il 30 marzo scorso a Capo Ceraso (OT). Nanula mentre rientrava in porto da una perlustrazione nell'area protetta dell'isola di Tavolara insieme con una collega, Valentina Muscarnera, 23enne di Sciacca, quando il loro gommone urto' un ostacolo semisommerso e venne sbalzato fuori dall'imbarcazione insieme alla donna, che comunque fu ritrovata dai soccorritori e riusci' a salvarsi nuotando. Potrebbero appartenere al nostro concittadino i resti umani rinvenuti ieri nelle acque al largo di Tavolara.

Secondo quanto riportato dalla Guardia Costiera, alle ore 08:50 circa di ieri mattina il Motopesca Patrizia ha contattato la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Olbia comunicando di aver rinvenuto, nelle proprie reti, dei resti umani non meglio identificati. Il peschereccio, facente base a Golfo Aranci, era uscito nelle prime ore del mattino per effettuare una battuta di pesca con reti a strascico nel tratto di mare a largo di Tavolara. All'atto del recupero della rete, avvenuto in prossimità di Punta Timone, limite estremo a Nord Est dell'isola di Tavolara, il personale di bordo si è accorto di aver rinvenuto dei resti umani nelle reti, ed ha pertanto avvistato l' Autorità Marittima. I militari dell'Ufficio Circondariale di Golfo Aranci e i carabinieri di Olbia hanno coordinato le operazioni di sbarco del corpo e hanno informato prontamente della vicenda la competente Procura della Repubblica di Tempio Pausania.

La Guardia Costiera di Olbia ha presto spiegato in una nota ufficiale che «sebbene il luogo del ritrovamento e le condizioni del corpo possano riportarci indietro nel tempo di qualche mese e far pensare che il corpo possa essere quello di Giuseppe Nanula, scomparso in mare lo scorso 30 marzo, si ritiene doveroso precisare che, al momento, non possono essere fatte ipotesi sull'identità del corpo in quanto non vi sono elementi certi per affermare né il sesso né l'età al momento del decesso del corpo rinvenuto. Solo gli accertamenti necroscopici potranno fornire qualche elemento utile ad indirizzare le indagini e risalire all'identità del corpo rinvenuti».

Nanula, per il quale presto si erano smarrite le speranze di ritrovarlo in vita, veniva descritto con una canotta bianca ed una busta gialla piena di indumenti: sul suo conto si erano susseguiti avvistamenti e segnalazioni a San Gavino, Gonnosfanadiga, Turri, Lunamatrona, Sanluri, dove un barista nello scorso luglio aveva addirittura ammesso di parlato con lui per mezz'ora, riferendo di averlo trovato in stato confusionale, ma senza sapere chi fosse. Ora la vicenda appare davvero giunta a una nefasta conclusione.

  • Mare
  • Scomparsa
  • Capitaneria
  • Morti
Altri contenuti a tema
Scoprire il Salento col suo incanto di villaggi sul mare Scoprire il Salento col suo incanto di villaggi sul mare Questo luogo offre una vacanza all'insegna del relax e del divertimento per tutti
Piano Comunale delle Coste, al via gli incontri pubblici Piano Comunale delle Coste, al via gli incontri pubblici Lunedì 13 e martedì 14 maggio alle ore 16 presso il Future Center in viale Marconi
Mare, qualità eccellente per le spiagge della Bat Mare, qualità eccellente per le spiagge della Bat Il risultato dei rilievi dell'Arpa Puglia
Grande festa alla Lega Navale per la "Giornata del mare" Grande festa alla Lega Navale per la "Giornata del mare" Tante le iniziative e le associazioni coinvolte
Arriva la Giornata regionale della Costa. Emiliano: «Verso la gestione integrata» Arriva la Giornata regionale della Costa. Emiliano: «Verso la gestione integrata» L’iniziativa sarà il 12 aprile. Quest’anno, in via sperimentale, celebrazioni anticipate al 10
Concessione balneari, ancora troppe incertezze: «Così la Bolkestein è divenuta realtà» Concessione balneari, ancora troppe incertezze: «Così la Bolkestein è divenuta realtà» Un approfondimento a firma dell'avvocato Francesco Tomasicchio
Da Barletta l'iniziativa del compagno di scuola per ricordare Piergiorgio Cavallotto Da Barletta l'iniziativa del compagno di scuola per ricordare Piergiorgio Cavallotto Il giovane morì nel 1979, prima della maturità: l'amico Mario Dimatteo, oggi professore di fotografia, ha proposto il diploma post-mortem
L'istituto "Mennea" protagonista di un progetto per la salvaguardia del mare L'istituto "Mennea" protagonista di un progetto per la salvaguardia del mare Lunedì la conferenza di presentazione: previsti seminari, laboratori ed escursioni per i ragazzi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.