Gesù e il cieco
Gesù e il cieco
Religioni

«Non sono venuto a chiamare i giusti ma i peccatori»

Il vangelo domenicale e le parole di don Vito Carpentiere

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: "Figlio, oggi va' a lavorare nella vigna". Ed egli rispose: "Non ne ho voglia". Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: "Sì, signore". Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

La liturgia della Parola di questa domenica disegna il volto misericordioso di Dio. Nella pagina della prima lettura abbiamo l'immagine di un Dio ricco di premura più verso i malvagi che verso i buoni, cosa imbarazzante secondo la logica umana ma non secondo quella evangelica: "Non sono -infatti- i sani che hanno bisogno del medico ma i malati; non sono venuto a chiamare i giusti ma i peccatori alla conversione". Nella parabola del vignaiolo non dobbiamo cadere nel tranello del giudizio facile e sommario che ci vede compiaciuti quando "lavoriamo" nella vigna! Perché Gesù non vuole semplici esecutori di ordini, ma cuori disposti a convertirsi di fronte alla provocazione della Parola! E rincara la dose quando antepone la vita di peccatori docili a quella di uomini irreprensibili, ma rigidi e chiusi. I capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo d'Israele rappresentano me quando ho la presunzione di "salvarmi da solo". Non cediamo, dunque, alla tentazione di fondare la nostra fede su noi stessi, anche quando siamo realmente buoni ed efficienti, perché il vero atteggiamento di discepolato si realizza nella disponibilità ad un cambiamento, che per un cristiano inizia quando sceglie di "avere gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù".

Buona domenica!

[don Vito]
  • Religione
  • Chiesa cattolica
  • Vangelo
Altri contenuti a tema
Papa Francesco ha dichiarato “Venerabile” la Serva di Dio pugliese Madre Teresa Lanfranco Papa Francesco ha dichiarato “Venerabile” la Serva di Dio pugliese Madre Teresa Lanfranco Il Postulatore della Causa di Beatificazione è Mons. Sabino Lattanzio
Testimoni di Geova, anche a Barletta la commemorazione della morte di Cristo Testimoni di Geova, anche a Barletta la commemorazione della morte di Cristo Il 24 marzo è un giorno speciale per milioni di persone in tutto il mondo
Mercoledì 13 marzo apertura straordinaria per la chiesa di San Gaetano Mercoledì 13 marzo apertura straordinaria per la chiesa di San Gaetano Evento promosso dal centro studi "Barletta in rosa"
40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida 40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida Contribuì a innestare il fervore per la rievocazione. «Fu conosciuto amato dai barlettani per il bene che fece»
Festa di Santa Lucia: le celebrazioni a Barletta Festa di Santa Lucia: le celebrazioni a Barletta Mercoledì 13 dicembre la tradizionale processione
Don Salvatore Mellone, Edizioni San Paolo lo ricorda con un libro postumo Don Salvatore Mellone, Edizioni San Paolo lo ricorda con un libro postumo Pubblicato il volume “Il sussurro di una brezza leggera” con gli scritti spirituali del sacerdote barlettano scomparso nel 2015
A Barletta i festeggiamenti in onore di Sant'Anna A Barletta i festeggiamenti in onore di Sant'Anna Il programma degli incontri a cura della parrocchia Santa Maria della Vittoria
I festeggiamenti in onore di San Francesco da Paola a Barletta I festeggiamenti in onore di San Francesco da Paola a Barletta Le celebrazioni della parrocchia Sant'Andrea culminano con la processione del 20 aprile
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.