L'originale Gioconda di Borgiac
L'originale Gioconda di Borgiac
La città

La Gioconda nata dai rifiuti, l'idea artistica made in Barletta

L'opera del maestro barlettano Borgiac sarà esposta per la mostra voluta dall'ambientalista Antonio Binetti

"Gioconda col tappo. Tecnica mista". A rivelare l'originale opera è il maestro barlettano Giacomo Borgiac, già noto per le sue iniziative di sensibilizzazione al rispetto ambientale e al decoro urbano soprattutto attraverso la street art. La sua speciale Gioconda è stata dipinta su una tela realizzata con vari rifiuti recuperati dalle spiagge di Barletta. Dal brutto nasce il bello, così è nata l'idea concretizzata dai pennelli del pittore barlettano e immaginata dall'ambientalista barlettano Antonio Binetti.

Sarà uno dei pezzi "forti" dell'imminente mostra che si svolgerà dal 18 novembre al castello di Barletta dal titolo "Ditelo ai bambini", promossa da un raggruppamento di associazioni barlettane. È anche il mantra di Antonio Binetti, che nel corso delle sue passeggiate sulle nostre coste ha trovato e archiviato decine e decine di oggetti (soprattutto di plastica, ma non solo) riportati a riva dalle onde del mare. Rifiuti di ogni tipo, recuperati per trasformarli in un percorso espositivo al fine di sensibilizzare bambini e adulti sul tema dell'abbandono dei rifiuti di natura plastica in mare e sulle spiagge, mostrandone la permanenza e la pericolosità per l'ambiente e gli ecosistemi marini.
«Quando Antonio mi ha portato due tele riciclate con materiale abbandonato nel mare per fare qualcosa di bello, ho accettato volentieri la sua idea - scrive Borgiac mostrando in anteprima la creazione - Trasformare qualcosa di brutto con un po' di bellezza. Superficie difficile, immagine difficile. Bella sfida. Non mi chiedete come è finito il tappo sulla punta del naso di Monna Lisa. Forse ho voluto risparmiare sui punti luce.

Se le cose si mettono al posto giusto, possiamo circondarci di Bellezza. Oppure riciclare bene. Oppure semplicemente rispettare la natura. Rispettare il mare, la terra, il cielo. Ditelo ai bambini. Ma anche ai grandi» conclude il pittore.
  • Ambiente
  • Salvaguardia ambientale
  • Arte
  • Giacomo Borgiac
Altri contenuti a tema
Rimossa l'auto abbandonata nel vallone Tittadegna Rimossa l'auto abbandonata nel vallone Tittadegna Ieri le operazioni della Polizia Locale
21 Assessore Riefolo: «Non è ancora definito quale sia il destino dell’area ex Eni» Assessore Riefolo: «Non è ancora definito quale sia il destino dell’area ex Eni» Questa mattina sono partiti i lavori di bonifica previsti in viale Cafiero
"Scendiamo in piazza", progetto di Retake Barletta al Parco Pietro Paolo Mennea "Scendiamo in piazza", progetto di Retake Barletta al Parco Pietro Paolo Mennea Si terrà il 18 dicembre alle ore 10:00
7 Vallone Tittadegna nuovamente invaso dai rifiuti, c'è ancha la carcassa di un'automobile Vallone Tittadegna nuovamente invaso dai rifiuti, c'è ancha la carcassa di un'automobile La denuncia dell'ambientalista Antonio Binetti
Barletta pronta a costituire un Ecomuseo Barletta pronta a costituire un Ecomuseo Avviata una manifestazione di interesse per co-progettare la proposta da candidare alla Regione Puglia
Comuni ricicloni in crescita: Barletta al secondo posto Comuni ricicloni in crescita: Barletta al secondo posto Nella XIV edizione è Trani (76,5%) il Capoluogo di Provincia
«Basta rimpalli politici, ne va del bene dei nostri figli» «Basta rimpalli politici, ne va del bene dei nostri figli» Antonio Binetti interviene sulle ultime vicende legate alla pulizia del Vallone Tittadegna
I rifiuti venuti dal mare diventano una mostra di sensibilizzazione - FOTO I rifiuti venuti dal mare diventano una mostra di sensibilizzazione - FOTO "Ditelo ai bambini", inaugurata l'iniziativa nei sotterranei del Castello
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.