Polizia di Stato
Polizia di Stato
Cronaca

«Devo legarlo alla sedia, urlasse quanto vuole»: il piano dei sequestratori

Nel mirino un imprenditore barlettano. Tra i sette arrestati, anche due barlettani

Sette arresti della Polizia di Stato per tentato sequestro di persona a scopo di estorsione a Barletta, tra cui due barlettani. Dopo il blitz scattato alle prime ore dell'alba, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, attuato dalle Squadre Mobili della Questura di Bari e della Questura di Barletta Andria Trani, sono emersi tutti i dettagli del tentato sequestro di persona: nel mirino del gruppo criminale era finito un imprenditore barlettano del settore tessile.
«Alla casa dobbiamo andare vestiti da Finanza?»: i vari dettagli del piano sventato dalle forze dell'ordine sono emersi grazie alle intercettazioni. «Una volta che lego lei, devo legare pure lui alla sedia... [...] quanto vuole urlasse».

«La pianificazione era stata portata avanti in ogni minimo dettaglio, al punto tale che le autovetture dei presunti responsabili del grave delitto, erano già posizionate nei pressi dell'azienda, in attesa che l'imprenditore rincasasse». Ma l'intervento delle forze dell'ordine ha scongiurato l'ennesimo reato configurabile nella metodologia criminale del sequestro-lampo, con successiva richiesta di riscatto.

Nel provvedimento cautelare sono contestati i reati di tentato sequestro di persona a scopo di estorsione, aggravato dal metodo mafioso. L'indagine è stata diretta dal procuratore Roberto Rossi e dall'aggiunto Francesco Giannella, coordinatore della Direzione distrettuale antimafia. Le persone finite in carcere sono Amerigo Elia, 57 anni, Giuseppe Lapenna di 49, Luigi Pistillo di 39, Savino Gorgoglione di 37, Paolo Antolino di 51 e Giovanni Matarrese di 55. Ai domiciliari è finito invece Vincenzo Zicchillo di 26 anni. Quest'ultimo era già ai domiciliari.
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Polizia di Stato Barletta: 49° anniversario dalla scomparsa di Marchisella Polizia di Stato Barletta: 49° anniversario dalla scomparsa di Marchisella Questa mattina la commemorazione nel cimitero comunale
Il nuovo questore della Bat Alfredo Fabbrocini si presenta Il nuovo questore della Bat Alfredo Fabbrocini si presenta Questa mattina in questura ad Andria l’incontro con i giornalisti del territorio
Alfredo Fabbrocini è il nuovo Questore della Bat Alfredo Fabbrocini è il nuovo Questore della Bat Succede al primo Questore Pellicone, tasferito a Siracusa. Fabbrocini sarà ad Andria il 21 febbraio
Polizia di Stato Bat, un anno di misure di prevenzione Polizia di Stato Bat, un anno di misure di prevenzione I provvedimenti emessi nel corso del 2023 sono circa 250
3 Baby gang e giovani criminali: il modello Caivano arriva a Barletta Baby gang e giovani criminali: il modello Caivano arriva a Barletta Una risposta della Questura alla richiesta di sicurezza dei cittadini. È la prima volta nella Bat
Rapinò negozio di surgelati a Trani, arrestato pregiudicato di Barletta Rapinò negozio di surgelati a Trani, arrestato pregiudicato di Barletta Fondamentale il rinvenimento di un motociclo a poca distanza dall'abitazione
La Polizia arresta un 50enne barlettano, autore di rapine e furti a Barletta La Polizia arresta un 50enne barlettano, autore di rapine e furti a Barletta Colpi a segno in un’ottica e in una farmacia
Nuovi agenti di Polizia nella Bat, il commento del sindaco Cannito Nuovi agenti di Polizia nella Bat, il commento del sindaco Cannito «Importante segnale di attenzione dello Stato per il nostro territorio»
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.