Benemerenza Salute Pubblica Dibitonto
Benemerenza Salute Pubblica Dibitonto
Istituzionale

Consegnate in Prefettura onorificenze OMRI e di vittime del terrorismo

Quattro i barlettani premiati

Si è svolta questa mattina, nella sede del Palazzo del Governo a Barletta, la cerimonia di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana, conferite dal Presidente della Repubblica a 5 cittadini del territorio, distintisi per "benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari".
Nel corso della cerimonia, svoltasi alla presenza delle massime autorità del territorio ed introdotta dai saluti istituzionali del Prefetto Rossana Riflesso, sono state altresì conferite le Onorificenze di Vittima del Terrorismo con Medaglie d'Oro (a due militari coinvolti nell'esplosione di un ordigno militare nel 2011 in Afghanistan) e le Attestazioni "Ai Benemeriti della Salute Pubblica", conferite dal Ministero della Salute, a due cittadini barlettani per le meritorie attività svolte nell'ambito della salute pubblica.
La giornata odierna è stata definita "una vittoria dello Stato" dal Prefetto di Barletta Andria Trani, Rossana Riflesso, che nel corso del suo intervento si è rivolto agli insigniti definendoli "cittadini modello, esempi da seguire e rappresentanti della parte migliore della società, che al fianco delle Istituzioni lavorano ogni giorno per il bene comune ed il miglioramento della qualità della vita di una comunità".

Di seguito i nominativi dei cittadini insigniti:

· Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Dott. Leonardo Cuocci Martorano, Comandante Polizia Locale Trani
· Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Milena Varesano (Corato), impiegata civile del Ministero dell'Interno presso l'Ufficio di Gabinetto della Prefettura di Barletta Andria Trani
· Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Prof. Giuseppe Agostino Poli (Bisceglie), docente universitario
· Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Sovrintendente Capo Ruoli Speciali della Guardia di Finanza Angelo Delcuratolo (Barletta)
· Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Dott. Giuseppe Paolillo, medico chirurgo, otorino (Barletta)
· Onorificenza di Vittima del Terrorismo con Medaglia d'Oro al Graduato Capo dell'Esercito Italiano, Pietro Di Noia (Canosa di Puglia)
· Onorificenza di Vittima del Terrorismo con Medaglia d'Oro al Capo di Seconda Classe della Marina Militare Francesco Paolo Acquaviva (Trani)
· Attestazione ai Benemeriti della Salute Pubblica al Comm. Vito Dibitonto (Barletta)
· Attestazione ai Benemeriti della Salute Pubblica al Cav. Giuseppe Doronzo (Barletta)


L'onorificenza di CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA al Sovrintendente Capo Ruoli Speciali della Guardia di Finanza Angelo Delcuratolo (Barletta)
Sovrintendente Capo qualifica speciale della Guardia di Finanza, attualmente in servizio presso il Reparto Operativo Aeronavale di Bari, nel corso della sua carriera ha ricoperto l'incarico di Vice Responsabile della Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP) e della Sala Operativa del Centro Operativo Regionale (COR) e frequentato diversi corsi di formazione e aggiornamento, distinguendosi per correttezza e professionalità e ricevendo numerosi encomi ed elogi.
È stato insignito della Croce d'oro e della Croce d'argento, entrambe per anzianità di servizio.
E' inoltre socio effettivo dell'associazione donatori di sangue "Frates", sezione di Molfetta e dell'Associazione Nazionale Sottufficiali d'Italia nella sezione di Casamassima.

L'onorificenza di CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA al Dott. Giuseppe Paolillo, medico chirurgo, otorino (Barletta)
Medico chirurgo specialista in Otorinolaringoiatria, è stato Medico Insufflatore presso le Terme di Margherita di Savoia ed ha lavorato per 25 anni nell'ospedale di Barletta. Oggi lavora presso il Distretto Socio Sanitario 4 della ASL BT ed oltre a svolgere il ruolo di specialista Otorino è responsabile del Poliambulatorio Multispecialistico di Barletta.
Contestualmente alla sua crescita e realizzazione professionale, si è distinto per un grandissimo amore per il volontariato nelle sue diverse declinazioni, da quella religiosa (ha guidato dal 1981 diversi gruppi di catechismo nella Parrocchia del Santo Spelocro, la Consulta Giovanile Diocesana ed il Consiglio Pastorale Parrocchiale) a quella sociale (è stato impegnato, tra le altre, nell'Associazione Medici Cattolici Italiani, nel Lions Club di Barletta).
Dal 2017 è medico provinciale dell'Ente Nazioale Sordi e di recente è stato eletto nel Consiglio dell'Ordine dei Medici della Bat.
In qualità di socio dell'Associazione di Donatori del Sangue Fratres, ha eseguito donazioni di sangue e plasma in almeno 70 occasioni.

Attestazioni "Ai Benemeriti della Salute Pubblica", conferite dal Ministero della Salute per le meritorie attività svolte nell'ambito della salute pubblica. Sono due i cittadini di questo territorio insigniti:

1. Attestazione ai Benemeriti della Salute Pubblica al Comm. Vito Dibitonto (Barletta)
Insignito dell'onorificenza di Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel 2022 e di Cavaliere del Sacro Ordine Militare Costantiniano di San Giorgio nel 2016, dal 1989 è iscritto alla Croce Rossa Italiana e si dedica al volontariato con abnegazione ed elevato senso civico.
Il suo elevato esempio di umana solidarietà, grazie alla quale ha contribuito a realizzare iniziative di aiuto alle persone bisognose, anche oltre il territorio provinciale, lo rendono un punto di riferimento della società civile di questa provincia.

2. Attestazione ai Benemeriti della Salute Pubblica al Cav. Giuseppe Doronzo (Barletta)
Guardia Particolare Giurata Armata, è già stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere OMRI.
Dall'età di quindici anni ha militato nel volontariato presso l'Ente Morale Operatori Emergenza Radio (OER) di Barletta con l'incarico di barelliere, partecipando a diversi corsi di formazione nell'ambito sanitario e ricevendo nel corso della carriera numerosi encomi e attestati di benemerenza da strutture socio-sanitarie, scolastiche ed istituzionali.



Cav DelcuratoloBenemerenza Salute Pubblica DibitontoCav Paolillo
  • Prefettura
Altri contenuti a tema
Festività di Pasqua, rafforzate le misure di sicurezza nella Bat Festività di Pasqua, rafforzate le misure di sicurezza nella Bat A stabilirlo il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica
Riunito in Prefettura il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica Riunito in Prefettura il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica Tra i temi l'esplosione di una bomba carta nelle vicinanze di un'attività commerciale a Canosa
Progetto S.Pr.INT.2, in Prefettura a Barletta il seminario finale di progetto Progetto S.Pr.INT.2, in Prefettura a Barletta il seminario finale di progetto Saranno illustrati i risultati raggiunti
Rissa in discoteca a Trani, ferita una ragazza: scattano i sigilli Rissa in discoteca a Trani, ferita una ragazza: scattano i sigilli Ieri nella sede della Prefettura di Barletta si è riunito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica
Il commissario del governo per l'antiracket Nicolò in Prefettura: «Nella Bat le estorsioni ci sono, serve denunciare» Il commissario del governo per l'antiracket Nicolò in Prefettura: «Nella Bat le estorsioni ci sono, serve denunciare» Questa mattina Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica
Il commissario del goveno per l'antiracket domani in Prefettura Il commissario del goveno per l'antiracket domani in Prefettura Maria Grazia Nicolò parteciperà al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza
"Patti per la sicurezza": rinnovano Margherita di Savoia, Minervino Murge, San Ferdinando e Spinazzola "Patti per la sicurezza": rinnovano Margherita di Savoia, Minervino Murge, San Ferdinando e Spinazzola La firma in Prefettura a Barletta
Rimosso dalle acque di Barletta un ordigno bellico della seconda guerra mondiale Rimosso dalle acque di Barletta un ordigno bellico della seconda guerra mondiale La bomba da 100 libbre (circa 45 kg) è stata fatta brillare in una cava a Corato
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.