Commissariato di Barletta
Commissariato di Barletta
Cronaca

Caos nella 167, intensificati i controlli della Polizia di Stato

Il sindaco: «Problema complesso da affrontare con le famiglie

Controlli a tappeto della Polizia nella zona 167 a Barletta per contrastare gli episodi di illegalità e di disturbo della quiete pubblica segnalati dai residenti della zona. Nella serata di ieri è stato dislocato un dispositivo composto da quattro equipaggi, due del commissariato cittadino e due del reparto prevenzione crimine.

L'intensa attività effettuata tra via Falcone Borsellino e parco dell'umanità ha portato a due denunce, ad una sanzione amministrativa e al sequestro di numerose bombe carta e materiale esplosivo. Un giovane è stato denunciato perché sarebbe ritenuto il responsabile dell'aggressione ad un uomo avvenuta nella notte tra martedì e mercoledì quando la vittima è scesa dal suo appartamento per fermare un gruppo di ragazzi che stava creando scompiglio con l'esplosione di fuochi d'artificio e petardi. Durante il servizio effettuato, gli agenti hanno udito dei boati. Giunti sul posto hanno individuato un ragazzo che si dava alla fuga. Fermato, è stato trovato in possesso di due bombe carta. La Polizia ha così esteso la perquisizione nella sua abitazione ritrovando, all'interno di un box di sua pertinenza, una quarantina di petardi e bombe carta ed altro materiale esplodente. Infine, all'interno del parco dell'umanità, gli agenti hanno fermato un minore a bordo di una bici, che è stato sanzionato perché trovato in possesso di dosi di marijuana e hashish. Le attività di controllo proseguiranno serrate anche nelle prossime settimane.

Una riflessione su quanto sta avvenendo nella zona 167 è arrivata anche dal sindaco di Barletta, Cosimo Cannito. «Il problema - ha spiegato Cannito - è molto complesso e grandi responsabilità sono delle famiglie che non indirizzano i propri figli. Io quotidianamente invio al Prefetto e al Questore delle segnalazioni e le risposte delle forze dell'ordine arrivano, esempio ne è quanto avvenuto con i controlli di ieri sera. Si tratta di atti vandalici commessi da qualche "cretino", la situazione va affrontata intervenendo alla base. Quel che noi possiamo fare, ad esempio, è incentivare lo sport affinchè possa agire da elemento inclusivo e culturale che porterà questi ragazzi ad avere maggiore attenzione verso se stessi e verso gli altri».
  • Polizia di Stato
  • Zona 167
Altri contenuti a tema
Polizia di Stato Barletta: 49° anniversario dalla scomparsa di Marchisella Polizia di Stato Barletta: 49° anniversario dalla scomparsa di Marchisella Questa mattina la commemorazione nel cimitero comunale
Il nuovo questore della Bat Alfredo Fabbrocini si presenta Il nuovo questore della Bat Alfredo Fabbrocini si presenta Questa mattina in questura ad Andria l’incontro con i giornalisti del territorio
Alfredo Fabbrocini è il nuovo Questore della Bat Alfredo Fabbrocini è il nuovo Questore della Bat Succede al primo Questore Pellicone, tasferito a Siracusa. Fabbrocini sarà ad Andria il 21 febbraio
Polizia di Stato Bat, un anno di misure di prevenzione Polizia di Stato Bat, un anno di misure di prevenzione I provvedimenti emessi nel corso del 2023 sono circa 250
3 Baby gang e giovani criminali: il modello Caivano arriva a Barletta Baby gang e giovani criminali: il modello Caivano arriva a Barletta Una risposta della Questura alla richiesta di sicurezza dei cittadini. È la prima volta nella Bat
Rapinò negozio di surgelati a Trani, arrestato pregiudicato di Barletta Rapinò negozio di surgelati a Trani, arrestato pregiudicato di Barletta Fondamentale il rinvenimento di un motociclo a poca distanza dall'abitazione
La Polizia arresta un 50enne barlettano, autore di rapine e furti a Barletta La Polizia arresta un 50enne barlettano, autore di rapine e furti a Barletta Colpi a segno in un’ottica e in una farmacia
Nuovi agenti di Polizia nella Bat, il commento del sindaco Cannito Nuovi agenti di Polizia nella Bat, il commento del sindaco Cannito «Importante segnale di attenzione dello Stato per il nostro territorio»
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.