Alfredo Fabbrocini
Alfredo Fabbrocini
Territorio

Alfredo Fabbrocini è il nuovo Questore della Bat

Succede al primo Questore Pellicone, tasferito a Siracusa. Fabbrocini sarà ad Andria il 21 febbraio

Il nuovo questore della Bat è Alfredo Fabbrocini, 52enne campano. La decisione del Viminale giunge dopo il trasferimento del questore uscente, Roberto Pellicone, alla volta della Questura di Sicacusa. Prenderà servizio il 21 febbraio ad Andria.

Ex capo della Squadra Mobile di Napoli e prima ancora di quella di Foggia, Fabbrocini è stato promosso dirigente superiore nei giorni scorsi, dal consiglio di amministrazione della Polizia di Stato. La sua una lunga esperienza come investigatore attento e puntiglioso, sviluppatasi e consolidata come dirigente nelle Squadre Mobili di mezza Italia, tra l'altro anche a Bari, Palermo, Cagliari, Reggio Calabria e Parma.

La brillante carriera di Alfredo Fabbrocini, prosegue quindi come questore. Il territorio della Bat lo conosce bene, avendo operato per "contiguità", quando giunse nel luglio del 2010 alla direzione della Squadra Mobile di Foggia. Oltre a fronteggiare con coraggio e determinazione l'emergenza criminalità sul Gargano numerose furono le operazioni svolte nella Bat, che come "terra di confine", si è contraddistinta per essere nella "morsa" della mala ofantina/cerignolana e di quella barese, unite in pericolossimi sodalizi criminali di centri nevralgici quali ad esempio Andria, Barletta, Trani, San Ferdinando e Trinitapoli.

Dopo l'esperienza nel capoluogo dauno, nel dicembre 2013 Fabbrocini fu trasferito a Roma, come dirigente del Servizio Centrale Operativo per poi tornare nella sua città, Napoli, come dirigente della Squadra Mobile partenopea. Fermamente convinto nel lavoro di squadra, con l'apporto dei suoi uomini assicurò alla giustizia il narcotrafficante internazionale Raffaele Imperiale e il suo socio in affari Bruno Carbone. Sempre a Napoli ha poi effettuato il recupero di una preziosissima copia del Salvator Mundi altrimenti conosciuto come "il Cristo benedicente". E' riuscito ad individuare ed arrestare sia il killer di Francesco Pio Maimone, l'aspirante pizzaiolo assassinato "per sbaglio" sul lungomare partenopeo nonché il responsabile dell'omicidio del giovane musicista Giovanni Battista Cutolo, assassinato nella centralissima piazza Municipio solo per uno scooter parcheggiato male.
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Polizia di Stato Barletta: 49° anniversario dalla scomparsa di Marchisella Polizia di Stato Barletta: 49° anniversario dalla scomparsa di Marchisella Questa mattina la commemorazione nel cimitero comunale
Il nuovo questore della Bat Alfredo Fabbrocini si presenta Il nuovo questore della Bat Alfredo Fabbrocini si presenta Questa mattina in questura ad Andria l’incontro con i giornalisti del territorio
Polizia di Stato Bat, un anno di misure di prevenzione Polizia di Stato Bat, un anno di misure di prevenzione I provvedimenti emessi nel corso del 2023 sono circa 250
3 Baby gang e giovani criminali: il modello Caivano arriva a Barletta Baby gang e giovani criminali: il modello Caivano arriva a Barletta Una risposta della Questura alla richiesta di sicurezza dei cittadini. È la prima volta nella Bat
Rapinò negozio di surgelati a Trani, arrestato pregiudicato di Barletta Rapinò negozio di surgelati a Trani, arrestato pregiudicato di Barletta Fondamentale il rinvenimento di un motociclo a poca distanza dall'abitazione
La Polizia arresta un 50enne barlettano, autore di rapine e furti a Barletta La Polizia arresta un 50enne barlettano, autore di rapine e furti a Barletta Colpi a segno in un’ottica e in una farmacia
Nuovi agenti di Polizia nella Bat, il commento del sindaco Cannito Nuovi agenti di Polizia nella Bat, il commento del sindaco Cannito «Importante segnale di attenzione dello Stato per il nostro territorio»
Questura di Barletta Andria Trani: arrivano i rinforzi Questura di Barletta Andria Trani: arrivano i rinforzi Il Questore Pellicone riceve e dà il benvenuto ai nuovi agenti
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.