Per la forte pioggia si stacca un pezzo del balcone di Palazzo Della Marra
Per la forte pioggia si stacca un pezzo del balcone di Palazzo Della Marra
Cara Barletta ti scrivo

Balconata Palazzo della​ Marra: una (brutta) storia nella storia

Intervento del giornalista Nino Vinella

«"Penso spesso all'inizio di tutto: bella storia, storia bella" canta nel suo più recente successo Fedez, guarda caso compagno di quella Chiara Ferragni "influencer" di lusso anche della cultura Italia. E chissà perché, mai come adesso, il nostro pensiero, per assonanza, corre veloce alla Pinacoteca De Nittis…

Ma se per la collezione di quei capolavori frutto della donazione Léontine del 1914 andati l'ultima volta in trasferta esattamente un anno fa a Ferrara (Palazzo dei diamanti), la storia diventa brutta per Palazzo della Marra come contenitore che li ospita, a causa di quella storica balconata andata parzialmente in pezzi e tuttora sostenuta da barbacane-totem ormai da un anno. Da quando la caduta di frammenti ha obbligato ad interventi di emergenza, emergenza e postumi annessi e connessi sui quali si è soffermato il consigliere comunale Coriolano (M5S) interrogando l'amministrazione comunale sul mantenimento di una impalcatura che a suo dire ed a nome di numerosi concittadini presenta un bruttissimo "biglietto da visita" alla vocazione turistico-culturale barlettana.

Benché invocati dal medesimo interrogante, entrambi gli assessori Carbone (cultura) e Cilli (turismo) hanno ceduto la parola alla collega Ricatti (manutenzioni) che ha riepilogato lo stato dei fatti lasciando approfondimenti e dettagli tecnici al dirigente Lamacchia. Il quale, tallonato dal consigliere Coriolano, ha riassunto le fasi operative: raccolta dei frammenti e loro catalogazione, ricostruzione dei passaggi amministrativi relativi a precedenti rovinose cadute, progetto di restauro sottoposto alla Sovrintendenza. Nell'intervento, benché firmata dallo stesso dirigente, è banalmente mancato il richiamo alla determina n. 2070 del 23 dicembre 2019 (quasi un regalo di Natale…) sui "Lavori di somma urgenza relativi alla messa in sicurezza delle facciate di Palazzo della Marra, prospetto principale Via Cialdini e prospetto laterale in Vico della Marra" nella quale si "determina di prendere atto delle criticità relative al Palazzo della Marra e che è necessario provvedere ai lavori di somma urgenza, per complessivi €. 19.445,91, IVA compresa, relativi alla messa in sicurezza delle facciate di Palazzo della Marra, prospetto principale; ad avviare con urgenza ad una campagna di indagini per monitorare lo stato di conservazione e le cause che hanno comportato il degrado degli elementi in pietra decorativi delle facciate, finalizzata ad eseguire un intervento di restauro conservativo, strutturale ed architettonico dei Prospetti di Palazzo della Marra, per un importo preliminare di euro 100.000; di dare atto che le somme necessarie per gli interventi di cui al punto1) del presente dispositivo trovano capienza come segue: euro 19.445,91 al cap. 20353 del Bilancio di Previsione 2019; euro 100.000,00 al cap. 20357 del Bilancio di Previsione 2019; di approvare il Verbale di Somma Urgenza redatto il 02.12.2019 ed i relativi atti contabili; di affidare, alla ditta "Impresa Ieva Michele s.n.c." la realizzazione dei lavori di somma urgenza relativi alla messa in sicurezza delle facciate di Palazzo della Marra".

Bastava leggere l'albo informatico pretorio del Comune per sapere tutto fin da un anno fa? Domanda lecita per i cittadini bene informati. Risposta doverosa per gli amministratori e chi rappresenta gli elettori-contribuenti. Ma spesso dietro le (apparenti) banalità occorre saper vedere e dunque interrogare: da quanto ascoltato nella diretta video, abbiamo potuto sapere (ben al di là dei comunicati di prassi o di circostanza) che è quanto mai opportuno monitorare quanto accadrà nei prossimi mesi o settimane con l'approvazione da parte della Soprintendenza dell'ipotesi progettuale sull'ennesimo restauro a quella balconata…»

Nino Vinella
  • Palazzo della Marra
Altri contenuti a tema
De Nittis, ingresso gratuito nella Pinacoteca per il 175° anniversario dalla nascita De Nittis, ingresso gratuito nella Pinacoteca per il 175° anniversario dalla nascita L'accesso a Palazzo della Marra sarà consentito dalle ore 9 alle 19
La ripartenza nei luoghi della cultura: oggi riapre Palazzo della Marra a Barletta La ripartenza nei luoghi della cultura: oggi riapre Palazzo della Marra a Barletta Con il passaggio della Puglia in zona gialla riaprono i luoghi della cultura
Puglia in zona gialla, riaprono i luoghi della cultura a Barletta Puglia in zona gialla, riaprono i luoghi della cultura a Barletta Per il momento saranno aperti al pubblico soltanto dal lunedì al venerdì
1 Checco Zalone a Barletta per ammirare le opere di De Nittis Checco Zalone a Barletta per ammirare le opere di De Nittis Cannito: «Fate come Checco, venite anche voi ad ammirare la mostra»
Nuovo allestimento della collezione De Nittis, «quanto ci è costato?» Nuovo allestimento della collezione De Nittis, «quanto ci è costato?» Un'analisi del giornalista Nino Vinella in concomitanza con la riapertura di Palazzo della Marra
1 Una veste nuova per le opere d’arte di De Nittis Una veste nuova per le opere d’arte di De Nittis Presentato il nuovo allestimento nelle sale di Palazzo della Marra
Nuovo allestimento per la collezione De Nittis a Palazzo Della Marra Nuovo allestimento per la collezione De Nittis a Palazzo Della Marra “Rileggere De Nittis, oggi”, il nuovo allestimento della Pinacoteca. Oggi la presentazione e da domani l’apertura al pubblico
Coronavirus, chiudono tutti i luoghi di cultura a Barletta Coronavirus, chiudono tutti i luoghi di cultura a Barletta Tra i luoghi citati: Palazzo Della Marra, il Castello, la Cantina della Disfida, il Teatro G. Curci e le biblioteche
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.