Canale H
Canale H
Cronaca

Esposto in Procura sulla situazione del Canale H

L'atto è stato depositato questa mattina dal senatore Dario Damiani

"Immissioni nelle acque della litoranea di ponente che proseguono ininterrottamente e impunitamente", "fenomeni gravissimi per la salute ambientale e dei cittadini": sono alcuni dei passaggi contenuti nell'esposto querela depositato questa mattina, 23 maggio, dal senatore di Forza Italia Dario Damiani presso la Procura di Trani per denunciare quanto accade a causa degli scarichi illeciti sversati in mare attraverso il famigerato Canale H. A conclusione dell' interlocuzione dei giorni scorsi con istituzioni e Forze dell'ordine, per la quale si ringraziano la Capitaneria di Porto e la Compagnia Carabinieri di Barletta, accompagnato dal presidente del Comitato OAP Aria Pulita Bat, avvocato Michele Cianci, il senatore ha formalizzato la denuncia all'attenzione del procuratore capo Renato Nitti, al quale è stato anche richiesto un incontro da tenersi nei prossimi giorni.

"Non è possibile continuare a ignorare quello che accade al nostro mare, risorsa preziosa per lo sviluppo del territorio ma oltraggiato da uno scempio che prosegue impunito da anni - dichiara Damiani - I cittadini hanno diritto di essere tutelati, ne va di mezzo la salute collettiva, bene di rango costituzionale, e gli operatori del turismo e del settore ricettivo meritano rispetto per gli enormi sacrifici e investimenti fatti per rilanciare un settore che dovrebbe essere di punta per la nostra economia ma che invece viene sabotato da certi intollerabili illeciti. Parole ne sono state spese tante, i cittadini giustamente continuano a denunciare sui social, anche attraverso video inquietanti, e sulla stampa locale. Ma evidentemente non basta, se la situazione resta immutata. Perciò ho deciso di compiere un passo ulteriore, chiedendo l'intervento della Procura di Trani e il sequestro preventivo del Canale H, in attesa delle doverose indagini. Mi auguro che presto si giunga ad individuare le cause di questo danno arrecato alla bellezza del nostro mare e alla salute di tutti noi", conclude il senatore Damiani.
  • canale H
Altri contenuti a tema
1 Canale H, rilasciata l'autorizzazione sismica per i lavori Canale H, rilasciata l'autorizzazione sismica per i lavori Il consigliere Caracciolo: «Finalmente si potrà procedere con la cantierizzazione dell’opera»
Canale H, trovata fuoriuscita di acque nere nella condotta Canale H, trovata fuoriuscita di acque nere nella condotta La rilevazione effettuata in mattinata dalla Capitaneria di Porto e dai tenici AQP
Canale H, ispezioni in corso: si cerca l'origine del problema Canale H, ispezioni in corso: si cerca l'origine del problema Da questa mattina Capitaneria di Porto e tecnici AQP stanno effettuando controlli nella zona
1 In onda il servizio di “Striscia la Notizia” sul canale H In onda il servizio di “Striscia la Notizia” sul canale H Pinuccio si è confrontato con l’avvocato Michele Cianci
1 Ancora puzza dal canale H, «uno scempio per il nostro mare» Ancora puzza dal canale H, «uno scempio per il nostro mare» Non è cambiata la situazione sulla litoranea di Ponente
Pinuccio alla scoperta del canale H, Cianci: «Vogliamo vederci chiaro» Pinuccio alla scoperta del canale H, Cianci: «Vogliamo vederci chiaro» Tra pochi giorni il servizio di "Striscia" dedicato al canale H
1 Melma e puzza dal canale H, a Barletta la troupe di "Striscia la Notizia" Melma e puzza dal canale H, a Barletta la troupe di "Striscia la Notizia" Sabato mattina la segnalazione di alcuni cittadini: oggi sul posto Pinuccio
8 Canale H, a Barletta possibili sversamenti. Cianci: «Non c'è più limite a nulla» Canale H, a Barletta possibili sversamenti. Cianci: «Non c'è più limite a nulla» Sul posto sta intervenendo la Capitaneria di Porto per le verifiche del caso
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.