Edicola Sacra Madonna Sterpeto
Edicola Sacra Madonna Sterpeto
Cronaca

Divelta edicola sacra sulla via della Madonna dello Sterpeto

Atto vandalico o disattenzione verso i capitelli del Santuario. Tre di esse sono state distrutte 3 anni or sono

Successivamente agli atti vandalici avvenuti in questi giorni a Roma, con la profanazione e frantumazione della Madonna, il senso civico e morale è andato perduto anche a Barletta. Attraversando l'Arco trionfale che conduce al Viale del Santuario, delle 30 edicole costruite 50 anni fa, dal lato sinistro, 4 sono quelle distrutte e altre sono già state puntate.

Com'è possibile intuire dalle foto sottostanti, non sono crolli dovuti a urti causati da manovre sbagliate di autovetture, ma è palesemente opera di devastatori senza alcun sentimento religioso. Infatti, giova notarlo, la struttura della via unita alla distanza tra un'edicola sacra e l'altra e la relativa robustezza di una singola edicola, non permetterebbe il semplice errore di guida a meno di non parlare di un mezzo pesante come un trattore.

Tre sono state distrutte 3 anni or sono, l'ultima pochi giorni fa. Atto deliberato dunque? Oppure amara ed ingrata disattenzione! Ingrata verso gli antichi fedeli, che vollero con un gesto semplice eternare la loro fiducia verso il Divino. La vera risposta è solo nelle coscienze di ognuno.
15 fotoDistrutta edicola sacra sulla via della Madonna dello Sterpeto
Edicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello SterpetoEdicola sacra distrutta sulla via dello Sterpeto
  • Vandalismo
  • Religione
  • Santuario della Madonna dello Sterpeto
  • Maria Santissima dello Sterpeto
Altri contenuti a tema
Oggi Barletta accoglie l'icona della Madonna dello Sterpeto Oggi Barletta accoglie l'icona della Madonna dello Sterpeto Il programma con gli orari
Festa Patronale 2024, venerdì 5 luglio la presentazione Festa Patronale 2024, venerdì 5 luglio la presentazione Conferenza stampa nella chiesa di San Michele
Don Vincenzo Misuriello presbitero da 25 anni Don Vincenzo Misuriello presbitero da 25 anni Cerimonia domani nel santuario di Maria SS. dello Sterpeto
Il Mese Mariano verso la conclusione: il programma di domenica 2 giugno Il Mese Mariano verso la conclusione: il programma di domenica 2 giugno L'icona della Madonna dello Sterpeto tornerà al Santuario
Mostra iconografie mariane: quando arte e devozione si fondono Mostra iconografie mariane: quando arte e devozione si fondono Cinque tele hanno reso omaggio alla Santa Patrona di Barletta
Barletta, inaugurazione della mostra di icone mariane realizzate dagli artisti serbi Barletta, inaugurazione della mostra di icone mariane realizzate dagli artisti serbi Appuntamento questa sera alle 19.30
L'omaggio dei maestri serbi all'icona della Madonna dello Sterpeto L'omaggio dei maestri serbi all'icona della Madonna dello Sterpeto In occasione del mese mariano al via con il laboratorio artistico nella chiesa di San Michele
Laboratorio artistico Prima colonia di iconografi serbi a Barletta Laboratorio artistico Prima colonia di iconografi serbi a Barletta Si terrà nella Chiesa di S. Michele a cura del Comitato Feste Patronali in collaborazione con la Società Dante Alighieri Comitato di Vranje (Serbia)
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.