Mostra Jan Fabre
Mostra Jan Fabre
Eventi

“Art is a medusa”. Il blu, l’acqua, i castelli secondo Jan Fabre

«L’arte è la mia casa, l’arte è libertà», il maestro fiammingo presenta la sua mostra a Barletta. Presso Palazzo della Marra fino al 28 febbraio 2013

Si è svolta mercoledì sera, presso il Palazzo della Marra, la presentazione della mostra "Art is a Medusa", esposizione delle opere artistiche del grande maestro fiammingo Jan Fabre. Con gli interventi istituzionali dell'assessore regionale Silvia Godelli, del presidente della provincia Bat Francesco Ventola e del commissario prefettizio Anna Maria Manzone, hanno preso parte alla discussione artistica la curatrice della mostra Giusy Caroppo, il direttore scientifico Barbara De Coninck, il critico Alberto Fiz, direttore del MARCA di Catanzaro, e Rosalba Branà, direttrice della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare, a cornice dell'intervento di Fabre, che con piacere ha inaugurato personalmente questa importante esposizione barlettana.

La città della Disfida avrà l'onore di ospitare la mostra, negli spazi della Pinacoteca Giuseppe De Nittis, fino al 28 febbraio 2013. Durante il gallery talk, è stato inoltre presentato in anteprima il futuro progetto di esposizione artistica che si terrà presso il Castello di Monopoli: l'intenzione di Fabre è riproporre a Monopoli una "impresa" artistica simile a quella realizzata presso il Castello di Tivoli, ossia ricoprire ogni superficie esterna del castello con una tela disegnata con la penna biro blu, non da solo, ma coadiuvato da tutti i cittadini pugliesi e gli abitanti della città che vorranno prender parte a questo colossale progetto.

Fabre, noto per essere stato il primo artista contemporaneo ad aver violato la sacralità stessa del Louvre con le sue esposizioni, porta per la prima volta, nel nostro ammiratissimo Palazzo della Marra, rappresentazioni non appartenenti alle ottocentesche correnti di Verismo o Impressionismo, sino ad ora esclusivamente selezionate per accostarsi alle opere pittoriche del nostro illustre concittadino, Giuseppe De Nittis. L'esposizione di Fabre è infatti la prima mostra di arte contemporanea a "riempire" le sale della Pinacoteca De Nittis.

"L'arte è una medusa" e "L'ora blu" sono le tematiche principali delle opere esposte: come detto dallo stesso artista, il concetto di «Arte è libertà» sembra essere proprio il principio ispiratore che muove l'animo artistico di Fabre e lo porta a realizzazioni avvincenti, ottenute principalmente con l'uso della penna biro. Non stupisce che una personalità pittorica ed artistica del genere sia difficilmente inscrivibile in qualsivoglia canone stilistico; Jan Fabre esula e fugge dal quadro stesso, con il suo tratto pittorico rievoca l'urticante sensazione dell'arte medusa, che necessita una fuoriuscita espressiva, ma nel momento stesso della sua realizzazione brucia nell'animo degli astanti come veleno; si descrive invece, con il ciclo de "L'ora blu", quel momento della giornata, nel quale la luce lascia posto alla notte, quando il tutto viene investito dal quel manto blu che ritroviamo misto alle tenebre nelle opere di Fabre, intrecciato ad un altro leitmotiv della sua produzione, quello delle lacrime, espressione di sogni ed incubi di un'esistenza tormentata di matrice contemporanea.

Eclettica e visionaria, l'arte di Fabre ben si inserisce nel progetto europeo INTRAMOENIA EXTRA ART "Watershed", dell'ideatrice e curatrice Giusy Caroppo. Il progetto, nel museo del Palazzo della Marra, si dedica ad esplorare il tema dell'acqua, in un continuo alternarsi di film, cibachrome e disegni realizzati tra 1986 e 1992, e quello della luce crepuscolare, tematiche che convivono nell'esposizione in mimesi e metamorfosi, passando per l'apoteosi delle spade, con l' esposizione finale di un progetto ancora in divenire, quello del Castello di Monopoli tinto di blu, ovvero la favola surreale di un castello pugliese.
31 fotoArt is a medusa. Jan Fabre a Barletta
Jan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaInaugurazione della mostra di Jan Fabre a Barletta, presso Palazzo della Marra.Jan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a BarlettaJan Fabre a Barletta
Arte è libertà. Arte è ispirazione. Arte è una medusa fluttuante e impalpabile. Nuota nelle mangrovie dell'angosciante penna biro blu di Jan Fabre la medusa del piccolo quadro che dà il titolo alla mostra ospitata a Palazzo della Marra.

Arte è ossessione. Arte è intimismo. A Barletta conosciamo il lato più nascosto della sfaccettata superficie artistica del maestro fiammingo, quella più pacata, più intimamente tormentata, dalle lacrime sui fogli di appunti e schizzi presi a matita alle spade bianche che trafiggono il denso blu che domina in questo ciclo di opere di Fabre.

Arte è creazione. Arte è conquista. E il percorso espositivo non a caso termina con un progetto non ancora realizzato, quello del "castello blu" di Monopoli, una favola contemporanea che Jan Fabre vorrebbe realizzare proprio in Puglia, coniugando la storia antica con il frenetico scorrere della penna blu, simbolo di tante nevrosi, icona banale della contemporaneità, strumento di infinita creazione.

Ida Vinella
  • Palazzo della Marra
  • Grandi artisti
  • Arte
  • Grandi mostre
Altri contenuti a tema
Mostra d’arte contemporanea “Perpetuo disfare”: la valigia come simbolo della creatività Mostra d’arte contemporanea “Perpetuo disfare”: la valigia come simbolo della creatività Le opere dell’artista poliedrica Monica Menchella in esclusiva a Barletta
Ricerca artistica ed esperienza umana nella mostra “Fuori dal Tempo” Ricerca artistica ed esperienza umana nella mostra “Fuori dal Tempo” Si è conclusa la mostra alla galleria ZeroUno di Barletta
Mostra d’arte contemporanea “Fuori dal Tempo”: un viaggio informale tra natura e paesaggio Mostra d’arte contemporanea “Fuori dal Tempo”: un viaggio informale tra natura e paesaggio Appuntamento nella galleria del centro culturale "Zerouno"
"Arte senza tempo": la nuova mostra d'arte contemporanea a Barletta "Arte senza tempo": la nuova mostra d'arte contemporanea a Barletta L'appuntamento culturale in collaborazione con artisti locali e nazionali nel pieno centro storico della città
"Arte senza Tempo": a Barletta un'esposizione nella suggestiva chiesa di san Michele "Arte senza Tempo": a Barletta un'esposizione nella suggestiva chiesa di san Michele La mostra sarà in città dal 18 al 23 giugno
Palazzo della Marra cornice del nuovo progetto musicale del barlettano Ruggiero Disalvo Palazzo della Marra cornice del nuovo progetto musicale del barlettano Ruggiero Disalvo Il giovane ha creato il brano “Return alone” in feat con l’artista Aurora
Premiati gli alunni di Barletta per il concorso artistico “Diversi da chi?” Premiati gli alunni di Barletta per il concorso artistico “Diversi da chi?” Ecco le opere finaliste del progetto
Musica e solidarietà, sabato l'omaggio alle colonne sonore Disney Musica e solidarietà, sabato l'omaggio alle colonne sonore Disney A Palazzo della Marra l'iniziativa dei club Rotaract di Barletta e Bari Alto
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.